#RESTIAMO OMOFOBI: LIBERI DI ESSERE OMOFOBI

👍 LIBERI DI ESSERE OMOFOBI
Tornano le 👭👬 Sentinelle (sempre) in Piedi e ci saremo
anche noi.


Rieccole, ancora una volta in piedi. Si pensava che ormai fossero sparite, ma hanno solo modificato comunicazione. La recente legge in discussione al governo contro l’OmoFobia ha dato a loro, e non solo, un nuovo motivo per ripresentarsi dietro uno slogan che, con un trucco, riassume quello che hanno sempre professato e cioè la LIBERTÀ DI ESSERE E PRATICARE L’OMO-TRANSFOBIA. #RestiamoLiberi, dicono, dietro al quale si nasconde un ben meno ipocrita #Restiamomofobi.

PIAZZA PRIDE 2020

DOPO 25 ANNI SIAMO ANCORA QUI!
SABATO 18 LUGLIO 2020 – PIAZZA BRA
Cosa è successo 25 anni fa, esattamente il 14 luglio 1995? L’allora Consiglio Comunale di Verona, (giunta Sironi), approvava le 3 ormai note mozioni omofobe, la più grave delle quali, la n.336, impegnava l’amministrazione veronese a non parificare i diritti fra coppie omosessuali e coppie eterosessuali. Le mozioni passarono a larga maggioranza. Subito dopo l’approvazione, 7 militanti LGBT – veronesi e non – occuparono per pochi minuti una strada adiacente in Municipio: vennero denunciati per manifestazione non autorizzata, interruzione di pubblico servizio e blocco del traffico. Nacque il COMITATO ALZIAMO LA TESTA che organizzò la prima grande manifestazione LGBT di Verona il 30 settembre 1995.

NEWSLETTER Marzo 2020 #pianetamilkverona

Car* soc* e amic*
la situazione attuale ci ha costretto a sospendere molti dei nostri servizi e appuntamenti, almeno nella loro forma tradizionale. Nonostante questo, come potete leggere qui di seguito, continuiamo a rimanere con voi!

TDoV 2020 – Transgender Day of Visibility

Il cambiamento inizia dalla condivisione.  Per questo la Rete Trans nazionale e la Rete Donne Transfemminista di Arcigay hanno deciso di dare insieme visibilità alle presenze che sempre più formano Arcigay collegando le campagne del TDoV – Transgender Day of Visibility e della Giornata della Visibilità Lesbica.

Visibilità: le parole per descriverci, raccolte dalle soggettività trans*, non binary, gender non conforming e lesbiche dentro Arcigay, sono diventate una poesia a flusso continuo che unisce le due campagne di visibilità. Siamo unit*, singol* e insieme contemporanemante.