Fischia il Burian e urla la bufera...

Domenica  25 febbraio 2018, una data da non dimenticare. Fischia il Burian e urla la bufera... ma sfidando gelo siberiano ed intemperie, il nostro arzillo sindaco, soprannominato "The NO-GENDER MAYOR", si presenta  all'appuntamento con il Bus dell'odio e dell'intolleranza accompagnato da un corteo di suoi prodi della maggioranza e con tanto di megafono in mano. Cacciati da Torino dall'amministrazione di Chiara Appendino per "istigazione all'odio" nei confronti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender, gli organizzatori di questa "simpatica iniziativa oscurantista" sono stati accolti a braccia aperte dal nostro primo cittadino. Dopo aver pubblicamente etichettato migliaia di suoi concittadini e concittadine come "anormali" e "innaturali", poi magari pensando per qualche secondo di aver un tantino esagerato, tenta di rimediare dicendo che si adopererà per "iniziative di confronto con chi la pensa diversamente". Siamo proprio curiosi.
Caro Sindaco, la sua amministrazione passerà sicuramente alla storia, non solo per tutte le innumerevoli iniziative omo-bi-transfobiche, oscurantiste e misogine, ma anche per le voragini stradali, la spazzatura sparsa ovunque e il degrado urbano in periferia, i lavori pubblici fermi e l'inquinamento che asfissia ogni giorno i/le veronesi. Forse su altro dovrebbe concentrare il suo lavoro.

Comunicato Stampa: VOTO ARCOBALENO

Comunicato Stampa
VOTO ARCOBALEN
Incontro con i/le candidati/e alle elezioni del 4 Marzo

Verona. 22/02/2018  

Sabato 24 dalle 16.30 Pianeta Milk Arcigay Verona invita la cittadinanza al Bistrot Mamma Mia (Piazza Brà 20) per partecipare al dibattito con i candidati e le candidate locali alle prossime elezioni politiche del 4 marzo.

Il confronto con i candidati e le candidate, che si avvicenderanno ogni mezz'ora, sarà moderato dalla giornalista Patrizia Adami.

"L'idea è quella di porre domande precise per capire le posizioni dei e delle candidat* rispetto ai diritti civili che stanno a cuore alla comunità LGBT, chiedendo anche di aderire pubblicamente alla piattaforma che Arcigay ha sviluppato (disponibile comunque per tutt* qui http://www.votoarcobaleno.it ) su 5 punti fondamentali: matrimonio egualitario, una legge contro l’odio omobitransfobico, la riforma delle adozioni e la tutela dei diritti dei minori che già vivono in famiglie omogenitoriali, l’accesso alle PMA per donne lesbiche e single e depatologizzazione della condizione trans"
dichiara la presidente dell'associazione veronese, Laura Pesce.

"In questo delicato periodo pre elettorale è indispensabile, per un voto consapevole, chiedere a chi potenzialmente ci rappresenterà nella prossima legislatura di condividere idealmente ma soprattutto concretamente questi obbiettivi, in continuità con le recenti ma non certo sufficienti positive conquiste" conclude Pesce.

VOTO ARCOBALENO - Incontro con i/le candidati/e

Voto Arcobaleno - Incontro con i/le candidati/e
In occasione delle Elezioni politiche del 4 Marzo 2018, Pianeta Milk Verona Lgbt* Center invita all'incontro con i/le candidati/le per approfondire le visioni sulle tematiche LGBT. 


Sabato 24 Febbraio 2018

Presso Mamma mia Bistrot
Piazza Bra - Verona
Dalle ore 16:30

Parteciperanno: 
VITO COMENCINI - Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia-Udc. 
ALESSIA ROTTA - Pd, +Europa, Civica Popolare Lorenzin, Insieme. 
MARCELLA BISERNI - Movimento 5 Stelle. 
CHIARA CHIAPPA - Liberi e Uguali. 
MARIA ROSARIA PERELLI - Potere al Popolo. 

Modera l'incontro la giornalista PATRIZIA ADAMI.

Ai candidati sarà chiesto di appoggiare la Piattaforma Voto Arcobaleno di Arcigay

www.votoarcobaleno.it

:: Vedi Evento Facebook  
:: Vedi Google+
:: Evento su Arcigay News 

VOTA ARCOBALENO - Apericena

VOTA ARCOBALENO
Apericena 

Sabato 24 Febbraio 2018

Dopo l'incontro con i/le Candidat* alle Elezioni Politiche del 4 Marzo,
Siete tutt* invita* all' APERICENA che si terrà dalle ore 20:30 presso la sede di PIANETA MILK - Verona LGBT* Center Arci/Arcigay in Via Scuderlando, 137 a Verona. 
Offerta Apericena Euro 7.00

Per informazioni:
045.973003 (Mar./Gio. 21-23)
info@arcigayverona.org

Iniziativa collegata alla campagna nazionale VOTO ARCOBALENO ( https://votoarcobaleno.arcigay.it/ ), promossa da ARCIGAY per un voto consapevole in appoggio a tutte e tutti quei candidati/e che sostengono la nostra piattaforma di diritti.

:: Vedi Evento Facebook  
:: Vedi Google+
:: Evento su Arcigay News 

Arcigay lancia VOTO ARCOBALENO

ELEZIONI, ARCIGAY LANCIA "VOTOARCOBALENO": CINQUE RICHIESTE AI CANDIDATI E UN SITO PER MONITORARLI

Bologna, 19 febbraio 2018 - Sono cinque le richieste che compongono la piattaforma che Arcigay rivolge ai candidati in vista del voto del prossimo 4 marzo. La campagna si chiama Votoarcobaleno e oltre a impegnare i candidati e le candidate su alcuni temi, offre all'elettorato un sito web (www.votoarcobaleno.it) attraverso il quale monitorare le liste e scovare i più "friendly" o "unfriendly". "Per la comunità lgbt - spiega Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay -  in questo snodo si gioca la possibilità di tenere aperta la stagione dei diritti, che durante l’ultima legislatura ha dotato questo Paese di una legge che riconosce le unioni tra persone dello stesso sesso. Come in ogni elezione, i partiti hanno già stilato liste di proposte e promesse, in molti casi  insufficienti a recuperare il grave ritardo dell’Italia su questi temi e a mettere mano perciò concretamente alle diseguaglianze che frastagliano il nostro tessuto sociale. Arcigay, aprendo un dibattito all’interno dei suoi 56 comitati presenti su tutto il territorio nazionale, ha stilato un elenco di cinque richieste prioritarie da rivolgere ai futuri eletti e alle future elette del Parlamento italiano.

Fondamentalismo omofobico. Un danno per Verona

La pessima figura e il danno d'immagine che Verona sta subendo per colpa di un'amministrazione incapace e retrograda, ostaggio di fondamentalisti medioevali interni ed esterni, sono ormai sotto gli occhi di tutti, dentro e fuori le mura cittadine. Siamo contenti che l'imprenditrice Silvia Cassini, danneggiata da questa follia oscurantista ci abbia ringraziati e che in tantissimi le abbiano dimostrato solidarietà, ma i cittadini veronesi dovrebbero preoccuparsi di più dei disastri futuri, soprattutto economici, che ci saranno se questa politica omofobica ed insensata non cambia. La classe dirigente e produttiva di una città tra le più belle al mondo, che nonostante tutto è ancora metà di tanti turisti LGBT*, dovrebbe essere più lungimirante e puntare ancora di più su questo tipo di turismo. Altre città, come Milano che nel 2020 ospiterà la Convention internazionale del Turismo Lgbt, hanno capito da tempo che il ritorno economico di iniziative "Lgbtfriendly" è enorme e ci hanno puntato con determinazione. #unaltracittaepossibile #Veronalgbt #occasionesprecata

Arcigay: Comunicato Stampa su grave fatto di censura veronese

VERONA, COMUNE CENSURA LO SLOGAN DELLA FIERA WEDDING. ARCIGAY : "FATTO GRAVE, SINTOMO DI UN CLIMA PREOCCUPANTE. INVIATA SEGNALAZIONE A UNAR"
Bologna, 5 febbraio 2018 - "A quasi 2 anni dall'approvazione della legge sulle unioni civili,  l'amministrazione comunale di Verona ha censurato lo slogan di un' espositrice della fiera "Verona sposi" perché fa riferimento, in maniera allusiva, alle unioni civili. Un fatto grave, che tenta di scollegare la città di Verona dalle leggi della nostra Repubblica, di cui Verona, fino a prova contraria, è ancora parte": lo dichiara 
Laura Pesce, presidente di Arcigay Pianeta Milk di Verona. Che prosegue: "Invece di favorire il trattamento equo di tutti i cittadini e le cittadine che rappresenta, Il Comune si muove addirittura a censura delle iniziative che questa parità la promuovono. A Verona si respira un clima di repressione preoccupante, che ci ricorda tempi che vorremmo pensare molto lontani. Lo slogan #sposachivuoi prendeva chiaramente atto di una realtà che è già scritta nei cuori della gente, oltre che   nella legge: uomini e donne di questo Paese oggi si sposano, etero, gay, lesbiche o bisessuali che siano, indipendentemente dal fatto che lo facciano con matrimoni o unioni civili. Negarlo - continua Pesce - è pura cecità". "La censura messa in campo dal Comune di Verona - prosegue Gabriele Piazzoni, segretario nazionale Arcigay - è non solo rivelatrice di un pensiero liberticida, discriminatorio e antidemocratico, ma è anche sintomo di un'incompetenza raggelante della classe politica, che evidentemente ignora il rispetto dovuto alle leggi dello Stato e alle iniziative dei privati, se non lesive di queste leggi. Stiamo procedendo in queste ore a segnalare la vicenda all'Unar, l'ufficio nazionale contro le discriminazioni, affinché richiami la giunta di Verona al rispetto delle leggi", conclude Piazzoni. 


LAURA PESCE
Presidente Arcigay Verona - Pianeta Milk

GABRIELE PIAZZONI
Segretario Nazionale Arcigay


Ufficio stampa Arcigay Vincenzo Branà  (348.6839779 - 338.1350946)

BLA BLA QUEER...secondo appuntamento

Dopo il successo della prima serata, torna BLA BLA QUEER, la libera Serata “de Ciacole”, incontro, aggregazione, conoscenza e accoglienza presso la sede di Pianeta Milk Verona Lgbt* Center in via Scuderlando, 137. Ogni Lunedì a partire dalle ore 20.30
Secondo appuntamento: Lunedì 5 Febbraio 2018
Per informazioni scrivere a: info@arcigayverona.org
Vi aspettiamo!

AperiUNICORN!

AperiUnicorn
Don't Panic & Keep calm
che Primavera tornerà.


La nostra Primavera Contu questa sera ci mancherà tanto e le auguriamo di rimettersi al più presto da questi fastidiosi mali stagionali.
E in attesa che più avanti ritorni, stasera comunque l'apericena a Pianeta Milk Verona è confermato e a seguire un dibattito su bisessualità e pansessualità.

Dalle ore 20
In Via Scuderlando, 137 - Verona Borgo Roma
Offerta Euro 7 per Apericena.

Informazioni: info@arcigayverona.org